Il mondo di Moon Gate Villa è stato sconvolto quando entro una settimana i confini della Nuova Zelanda sono stati chiusi, i nostri ospiti sono partiti tutti e abbiamo avuto 2 giorni per mettere in ordine noi stessi e le nostre vite prima di intraprendere quattro settimane di blocco nel tentativo di sradicare Covid19. Ecco come si è svolto tutto.

Qualcosa non va nel mondo

Immagino che come tutti gli altri, siamo venuti a conoscenza dell'epidemia del coronavirus a Wuhan, in Cina, all'inizio di gennaio 2020. Lionel e Rob avevano viaggiato per trascorrere tre settimane in Cina nel settembre 2019 e siamo rimasti tranquillamente contenti di non aver lasciato fino a quest'anno. All'inizio sembrava molto lontano da noi, ma all'inizio di febbraio ci sono stati casi segnalati in tutto il mondo, comprese Germania e Australia: due paesi da cui riceviamo molti dei nostri ospiti estivi. Circa una settimana dopo, gli ospiti tedeschi ci hanno contattato per scusarsi di dover annullare il loro soggiorno estivo. Uno aveva un po 'di mal di testa ed erano preoccupati di essere detenuti negli aeroporti sulla strada per la Nuova Zelanda a causa del COVID-19. Stranamente, non abbiamo ricevuto molte cancellazioni da febbraio a inizio marzo. Molti dei nostri ospiti hanno la Baia delle Isole per primo o per ultimo nel loro itinerario, e alla fine di febbraio la maggior parte è alla fine della vacanza e trascorre alcuni giorni di relax con noi prima di tornare a casa.

Il primo caso in Nuova Zelanda non è stato segnalato fino al 28 febbraio, e immagino che sia stato quando è scoppiata la bolla "sicura" della Nuova Zelanda. Il 19 marzo i confini della Nuova Zelanda sono stati chiusi agli stranieri in arrivo e ai kiwi oltreoceano è stato detto di tornare a casa velocemente.

“Abbiamo 102 casi. Così ha fatto l'Italia una volta. "

Il primo ministro Jacinda Ardern l'ha detto molto schiettamente: lo scenario peggiore era semplicemente intollerabile. Con la pandemia che ha colpito rapidamente l'Italia e dilagante negli Stati Uniti, il 4 marzo ha annunciato un sistema di allerta di livello 21 per la risposta della Nuova Zelanda. Inizialmente impostato al livello 2, è aumentato al livello 3 il 23 marzo e con due giorni di preavviso è passato a un livello 4 inaudito.

A questo punto, la maggior parte delle prenotazioni dei nostri ospiti per il resto di marzo e aprile era svanita, tuttavia i nostri ultimi pochi ospiti erano notevolmente calmi poiché tutti avevano organizzato il viaggio in uscita. I nostri ospiti finali provenivano dallo stato di New York e hanno condiviso con noi che avevano appena completato il Tongariro Alpine Crossing e che era tutto fuorché deserto! Quegli adorabili ospiti ci lasciarono all'ora di pranzo mercoledì 25 marzo, e la mattina seguente la Nuova Zelanda (e Moon Gate Villa) erano bloccate.

Tongariro Alpine Crossing

Tongariro Alpine Crossing, Isola del Nord.

Life in the bubble - marzo / aprile 2020

Abbiamo avuto un'estate notevolmente secca, e questo è continuato per la maggior parte di marzo fino ad aprile. Se devi essere rinchiuso per un mese, ci sono posti peggiori in cui trascorrere che al sole dei nostri grandi giardini subtropicali. Normalmente lasciamo qualsiasi cambiamento importante ai nostri giardini fino ai mesi invernali, quando fa più freddo, ci sono meno ospiti - e naturalmente di solito siamo meno motivati! Quest'anno non abbiamo avuto ospiti da accudire e il bel tempo ci ha permesso di rinnovare un paio delle nostre aiuole più grandi.

Ristrutturazione giardino 2020

Ristrutturazione giardino 2020 LH = PRIMA, RH = DOPO!

Sul lato sinistro c'è il nostro giardino centrale come appare normalmente, piantumato con piante annuali estive. Tuttavia, gli arbusti più vecchi al centro risalgono alla piantagione originaria del giardino ed erano diventati magri e con le gambe lunghe. Quindi lì sul lato destro - puoi vedere lo stesso giardino centrale - con la maggior parte della piantagione rimossa! Condivideremo come procede nei prossimi post.

Quattro settimane sono trascorse sorprendentemente rapidamente. Lionel era impegnato in tutte quelle piccole attività di manutenzione che normalmente lasciamo fino all'inverno, e Rob continuava a svolgere il suo (altro) lavoro a tempo pieno nell'IT, anche se rinchiuso nel suo ufficio sopra il garage! Il recupero di video con amici e familiari sui social media ci ha tenuti per lo più sani di mente, come sospetto che abbia fatto la maggior parte della Nuova Zelanda. E i bambini (Mojo, Max e Whetu) sembravano felici di avere la nostra totale attenzione.

La vita come cominciamo nel maggio 2020

Siamo tornati al livello 3 il 30 aprile e questo vede un allentamento delle regole intorno alle attività che potrebbero essere aperte. Anche se l'alloggio è classificato come un servizio `` essenziale '', abbiamo valutato che è più sicuro per i nostri ospiti tenere chiuse le stanze della nostra villa durante i livelli 3 e 4. Abbiamo tuttavia reso il nostro cottage indipendente a disposizione dei lavoratori essenziali e noi avere un operatore sanitario con noi nei mesi di maggio e giugno. Se sei interessato al cottage da metà giugno in poi, ti consigliamo di contattarci direttamente, in quanto non lo renderemo disponibile per la prenotazione tramite i normali canali.

Quando torneremo al livello 2, riapriremo le camere per gli ospiti della nostra villa per le prenotazioni, ma con misure aggiuntive in atto per garantire l'allontanamento sociale, con una migliore pulizia delle camere e igienizzazione. Ciò comprende:

  • Mantenere un minimo di 24 ore (un'intera giornata) tra gli ospiti che occupano le camere
  • Seguendo le raccomandazioni complete del settore dei viaggi e della salute per la pulizia e la disinfezione delle stanze
  • Modifica del nostro normale programma di manutenzione e cambio biancheria / asciugamani
  • La colazione ordinata la sera prima e servita in camera piuttosto che nella nostra sala da pranzo
  • Potrebbero esserci delle limitazioni all'uso delle aree da pranzo e lounge durante il livello 2. I giardini sono ancora disponibili per l'esplorazione.
  • Una politica di cancellazione modificata durante tutti i livelli di allarme. Se per qualsiasi motivo un ospite non può onorare una prenotazione a causa di cambiamenti nei livelli di allerta o altre circostanze relative a COVID, non ci sono costi di cancellazione per tutte le prenotazioni effettuate direttamente tramite noi.
  • Rivaluteremo quando verranno rilasciate le regole e le linee guida per il livello 1

Abbiamo già una serie di prenotazioni di ospiti dall'estero per l'estate 2021! Questo all'inizio ci ha sorpreso, ma è bello vedere che le persone sono ottimiste sul futuro dei viaggi a breve termine. Nel frattempo, state al sicuro tutti e nel frattempo esploriamo il nostro bellissimo paese.

Come state voi e il vostro whanau? Lascia commenti qui sotto.

Kia Kaha. Lionel, Rob, Mojo, Max e Whetu.